70,6

E si gira lì intorno, si vedono sempre gli stessi numeri. E la Grimilde, questa volta, non è preoccupata tanto per i numeri… quanto per se stessa.

E’ un periodo stressante. Sono ammalata (perciò ho saltato la palestra), sono sempre sotto ciclo nonostante la pillola, sono stressata per il lavoro, ho qualche accertamento da fare per un paio di doloretti persistenti. Ma, soprattutto, mi sento affamata. Di quella fame atavica. Di quella fame piena di desideri.
Ne parlavamo l’altro giorno con delle amiche: è quella fame che cerca di riempire un vuoto che sai che non riempirai comunque.

Allora Grimilde sta riflettendo sul da farsi. Perchè diventa sempre più difficile fermarmi. Perchè diventa sempre più difficile non cedere agli zuccheri e ai carboidrati in generale. Cosa difficile da credere, per chi mi conosce, cerco continuamente i dolci. Ho voglia di cioccolato. Ho voglia di zucchero.

Non va bene, così. Perchè vuol dire che la mia testa ha bisogno di essere riassestata.

Per la serie: non se ne esce mai del tutto, eh? Porcapupazza…

be-my-guest-sweet-presentation

Annunci

Informazioni su grimilde79

Specchio, specchio delle mie brame...
Questa voce è stata pubblicata in DCA, Dieta, Educazione Alimentare, Rabbia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

19 risposte a 70,6

  1. Sai perchè siamoa ssefuatte allo zucchero? Perchè è un antidepressivo, ti dà uan scarica dia drenalibna soorpattutto il cioccolato ma fdavvero eh! Negli anti depressivi ci sono degli elementi estratti dal cioccolato che non ricordo come si chiamano. Per questo dannoa ssuefazione. Quindi invece di combattere, sarebbe auspicabile mangiarsi un quadratino di cioccolato e via. Il problema è che poi non riesci a fermarti, vero? A me succede così. Ma se stai tanto giù, provaci: la vita è troppo breve per stare sempre male.

  2. 82sophie ha detto:

    ma allora anche tu sei umana! 😀
    anch’io sto combattendo contro le mie debolezze, i 2/3 chiletti lasciati dalle feste, dal mio compleanno e da troppa autoindulgenza mi pesano tantissimo e mi rendono insicura… mi deprimo e mi viene sempre più voglia di mangiare…
    ma guardati allo specchio e guarda dove sei arrivata, strafogarti di dolci non servirà a niente, anzi può solo peggiorare le cose!

    • grimilde79 ha detto:

      Sai, Sophie, se non fossi stata umana… non sarei mai arrivata a pesare 125 kg 😉
      In questi due anni sono caduta tante volte, come questa. Solo che questa volta ho il blog dedicato alla dieta e lo dico 😉 ehehe
      Vero, può solo peggiorare… infatti sto cercando di restare in bilico e continuare a resistere fino a quando passerà (perchè lo so che passerà, come ogni volta).
      Per me, al momento, la vittoria è non infilarmi due dita in gola quando sgarro…
      … poi penserò anche a non sgarrare 😉 ehehe

  3. sarablogga ha detto:

    Amore/odio per il cioccolato! Il suo principale problema è proprio l’assuefazione e il fatto che appena lo assaggi poi ne mangeresti dei chili.
    Io tempo fa mi facevo aiutare dal mio moroso: comprava lui una tavoletta del mio cioccolato preferito (il Venchi, per il cioccolato non bado a spese ;-)!!!), poi la nascondeva e me ne dava lui, un quadratino una volta ogni tanto, facendomi anche una sorpresa! Così facendo, mi gustavo davvero il mio quadratino e poi mi dimenticavo del resto della tavoletta!
    Cosa non ci si inventa per resistere!!!

  4. Marzia ha detto:

    Quanto ti capisco..
    Probabilmente la stanchezza ti rende un po’ più debole…
    Conta quanto risparmi a nn mangiare dolci e cioccolata e col risparmio concediti un bel massaggio! O comunque ogni tanto prenditi 10 minuti x te.
    Lo so che con due bimbi, un marito, la casa e il lavoro è complicato ma si tratta di te e della tua salute.
    Sei solo un po’ stanca!
    Un bacione

    • grimilde79 ha detto:

      In realtà la zumba e la palestra in generale, in questo, mi aiutano molto.
      Io credo che il mio corpo stia urlando pietà per aver sopportato troppo negli ultimi anni. E forse è il caso che reintegri davvero un po’ di carboidrati in più… magari, misurandoli, posso riuscire a gestire meglio anche le urla del mio corpo…

  5. biobioncino ha detto:

    posso solo essere solidale con te .. un baione.. coraggio..

  6. Sary ha detto:

    Francy, prova a reintegrare un dolce nel giorno dello sgarro e vedi se riesci a fermarti oppure no. Altrimenti prova a sostituire con un massaggio rilassante o un trattamento di bellezza, un po’ di shopping. Dovrebbe aiutare a sostituire la soddisfazione data dal dolce. Certo è più costoso di una tavoletta di cioccolato, ma in situazioni di emergenza si può fare.
    Un bacio.

    • grimilde79 ha detto:

      il dolce nel giorno dello sgarro c’è già spesso. Credo che al momento l’unica cosa da fare sia “ascoltare” e vedere se è il momento in cui mi basterebbe un cioccolatino, oppure se è il momento “trova qualsiasi altra cosa da fare”.

  7. La Perdigiorno ha detto:

    il problema di chi non riesce a fermarsi con carboidrati &co è che è un problema psicologico. il tuo corpo ha chiaramente bisogno di carboidrati, ma la quota generalmente non è poi così alta. un piatto di pasta a pranzo, un panino, e passa.
    ma la fame per riempirsi,quella non passa mai finchè non chiarisci il problema nella testa.
    lo dice una bulimica, che del suo problema prova a non fare un dramma, e tenta in ogni modo di razionalizzare.
    seguimi, che la distrazione spesso è la cosa migliore…

    • grimilde79 ha detto:

      Ma io lo conosco bene il problema (o meglio: la malattia) della testa. Ho fatto la terapia per i disturbi alimentari dalla psichiatra ed è proprio grazie a lei che ora riconosco subito il mio problema e i segnali legati al cedimento.
      Ora devo cercare un nuovo equilibrio con i nuovi “problemi” che mi hanno destabilizzata, perchè non c’è davvero niente che possa fare per risolverli nell’immediato.
      Comunque vengo volentieri a leggerti 😉

  8. choose74life ha detto:

    “Per me, al momento, la vittoria è non infilarmi due dita in gola quando sgarro…”
    Io direi che questa è una grandissima vittoria. Questo vuol dire aver vinto la guerra, nonostante qualche sconfitta sul campo.
    E ti assicuro che so di cosa parli…

  9. Sognandola42 ha detto:

    Fra, hai centrato il punto qualche commento sopra. Il tuo corpo chiede pietà perchè da 2 anni lo sottoponi ad una dieta. Che poi tu ti sia ripetuta che è salutare, che ti fa bene, che mangi solo cose buone è un conto, ma che lui l’abbia capito è un altro. Sono due anni che tutti i giorni combatte contro la tua volontà di cambiare le cose, si è piegato, si è rimpicciolito, ha collaborato, adesso ti chiede una tregua. Adesso s’è stufato. E poi lo stress, due bambini, i vent’anni che non ci sono da un pezzo (accuso anche io la stanchezza che ne ho 30 e non sono sposata e non ho figli), il rientro a lavoro, la palestra..Insomma, direi che l’hai messo parecchio sotto stress! E allora se ti chiede una pausa, dagliela. Perchè non ne avrai un altro. Perchè non si guarisce mai del tutto e bisogna scendere a compromessi. Perchè te ti guardi allo specchio e vedi una persona diversa, ti dici che sei te, ma il tuo corpo non si riconosce e scatta il meccanismo del “sono una persona pessima, non mi merito tutto questo” e quindi cerchi di punirti e la giostra non si ferma mai. Ok, non è periodo. Ok, pian piano le cose si sistemeranno. Concediti un pò di carboidrati in più, ne bruci tanti in palestra. E datti tempo 🙂
    Un bacione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...